Skip to main content

MacOS più Microsoft365: Funzionamento e Opinioni

16 Luglio 2021

MacOS più Microsoft365

Oggi andremo a svelare un argomento considerato spesso controverso: il funzionamento di Microsft365 e dei relativi software su macOS. “Come funziona?”, “Ci sono molti problemi?”. Queste sono solamente alcune delle domande che riceviamo dai nostri clienti a proposito di questo cross-over a cui Apple ha voluto dedicare una maggiore attenzione con l’uscita dei nuovi prodotti della gamma M1.

Vediamo insieme nel resto dell’articolo quali sono state le nostre impressioni a tal proposito. In particolare, abbiamo effettuato dei test su un MacBook Air M1. Se c’è un dettaglio che possiamo anticipare è che ci siamo divertiti molto, tutto gira come dovrebbe e, quindi, riteniamo che il prezzo di lancio sia in linea con le sue prestazioni.

Ci teniamo a ribadire che in questo articolo non ci occuperemo di descrivere la scheda tecnica del device, piuttosto racconteremo della nostra esperienza con gli strumenti di Microsft365 all’interno dell’ecosistema Apple.

Pacchetto Office: Outlook, Word, Excel e Powerpoint

Iniziamo con il dire che il pacchetto Office funziona a meraviglia e di ciò siamo molto contenti. Infatti la resa a schermo dei documenti rispetta la formattazione tipica di Windows, stessa cosa lato Excel e non cambia poi molto per PowerPoint che, grazie alla gestione nativa e migliorata dei PDF da parte di macOS, consente di trasformarne l’estensione in un batter d’occhio in formato .PPTX eliminando il fossato tra i due sistemi operativi fino a questo momento divergenti.

Apriamo una parentesi per quanto riguardo il mail software Outlook. Nonostante l’ottima UX ci sarebbe da migliorare e svecchiare la UI. Tuttavia siamo sicuri, e anche molto ottimisti a riguardo, che Apple stia già lavorando a questo dato che, al momento dell’esecuzione, ci è stato richiesto di testare la nuova esperienza grafica. Purtroppo per noi la versione beta non è ancora capace di far girare le caselle condivise dell’Exchange Online e, di conseguenza, la nostra UI si è basata sulla classifica configurazione grafica. Il giudizio resta comunque positivo nel complesso.

Onedrive

Questo è un capitolo un po’ a sé in quanto ha rappresentato per noi l’unica nota dolente di tutto il percorso. Il problema, a nostro modo di vedere, risiede nel fatto che per girare ha bisogno del supporto dell’emulatore Rosetta2 (un emulatore progettato per consentire un rapido scambio d’informazione tra i processori Intel e Apple. In breve, traduce i software creati per Intel in modo che funzionino su Apple). Qual è il problema principale? La sync è lenta e il plug-in del Finder che gestisce le informazioni dei file on-demand di tanto in tanto perde colpi. Non ci resta che aspettare.

Teams

Dopo la pandemia e anche ora che (forse) vediamo la luce in fondo al tunnel il mondo delle riunioni aziendali, e non solo, è completamente cambiato. Infatti, tra i vari strumenti per le videocall si è imposto con prepotenza in questo segmento di mercato Microsoft Teams. Quindi, nasce spontanea la domanda:” Come lavora su MacBook?”. Noi diciamo che va alla grande, abbiamo avuto la possibilità di poterci relazione con lui per più volte durante le nostre giornate lavorative e, anche in multi-monitor, non abbiamo rilevato problemi tali da poter esser correlati all’uso del software sul macOs. In conclusione: promosso a pieni voti.

Edge

Sembrava impossibile dopo gli anni bui di Explorer tornare ad utilizzare un browser sviluppato dagli ingegneri di Microsft e invece ci siamo dovuti ricredere. Finalmente, possiamo dire che questo piccolo gioiello è capace di competere con i T.O.M. del settore dando del filo da torcere ai ben più strutturati Chrome e Safari. Cosa ci è piaciuto di più? La continuity tra Edge, iPhone e MacBook: se navighi sul tuo smartphone potrai switchare la navigazione sul MacBook senza alcun problema in modo rapido e veloce.

Conclusione

La nostra opinione è che oggi abbia preso vita la migliore integrazione mai messa a punto tra i due sistemi operativi da sempre rivali sul mercato. Infatti, per quanto ci riguarda, lato client e strumenti non sono mai stati così uniti. In conclusione le prestazioni del Mac uniti agli strumenti di Microsft365 danno vita ad un sistema di gestione veramente eccezionale.

Follow us

Ultimi Articoli

Apple ha rilasciato la prima beta pubblica di iOs 18: ecco come installarla
19/07/2024
Apple ha condiviso un documento per aiutare gli utenti a proteggersi da phishing, email sospette, truffe e attacchi di social engineering
Come proteggere l’account da truffe e minacce: ecco i consigli di Apple
12/07/2024
Apple ha condiviso un documento per aiutare gli utenti a proteggersi da phishing, email sospette, truffe e attacchi di social engineering
È in arrivo iPhone 16: ecco alcune anticipazioni
05/07/2024
A settembre Apple presenterà iPhone 16 e nelle ultime settimane sono arrivate allettanti specifiche sui modelli in uscita

Soluzioni innovative e rapide.

Un modello interamente votato all’efficienza e al servizio del cliente, in grado di garantire soluzioni innovative e rapide.

Formazione

Organizziamo corsi di formazione sui principali applicativi Apple

Contratto di noleggio

Non ti chiediamo di acquistare o di gestire le tecnologia di cui hai bisogno

Soluzione mobile e smart

Il lavoro in movimento è una parte fondamentale dei processi aziendali